VivaVoce: on-line il video messaggio collettivo degli studenti

di Veronica Monaco

Dai social - News

Durante il lockdown Keaton, la piattaforma di cinema per la scuola, aveva coinvolto gli studenti di tutte le età nel progetto VivaVoce. L’iniziativa chiedeva ai ragazzi di registrare brevi videomessaggi da consegnare a genitori, insegnanti, istituzioni per ripensare, in modo più sensibile e intelligente, la quotidianità dopo l’emergenza.

Come immaginano il loro ruolo? Che cosa si aspettano dalla scuola e dalle istituzioni? Quali sono le loro proposte? Che cosa hanno imparato e che cosa sperano non sia dimenticato? In quale nuova realtà vorrebbero ritrovarsi all’inizio del nuovo anno scolastico in preparazione?

La voce e le immagini montati in un video messaggio collettivo di 13 minuti da Nativa, centro formazione arti audiovisive, sono diventati un manifesto degli studenti tra speranze, proposte e richieste per riprogettare una società più sensibile. Al centro temi come cooperazione, solidarietà, rinnovamento dei metodi di insegnamento, tecnologia, valorizzazione delle
individualità, spazi per l’arte e il confronto e molto altro.

vivavoce-video

Sono stati addirittura definiti eroi, ma lavorando da anni con i docenti e con gli stessi studenti, sentiamo di poter affermare, molto più semplicemente, che le nuove generazioni nei momenti cruciali sanno dimostrare grandi capacità di adattamento e maturità civica. Insomma, dobbiamo stare ad ascoltarli, riconoscendoli stabilmente come soggetti attivi in grado di dare un vero contributo”, afferma Franco Barbano, amministratore di Keaton.

Il video VivaVoce è stato inviato anche all’attenzione della Ministra Lucia Azzolina e alle segreterie delle principali cariche dello Stato.