Vogliamo ricordarlo così…

di Redazione Smemoranda

Storie di Smemo
Vogliamo ricordarlo così…

Lo aggredisce senza alcun timore, con occhi di sfida, gli occhi di chi sa di uscire vittorioso da questa contesa, incurante degli effetti collaterali di uno spuntino da oltre 1000 Kcal.
Il nostro scugnizzo di Castellammare conosce bene il proprio nemico, sa come affrontarlo.
E’ cresciuto divorando zeppole e facendo cadere sotto i propri colpi centinaia di temibili sfogliatelle, gesta che sono state tramandate di generazione in generazione fino ai giorni nostri.
Dopo un lungo esilio dalla propria terra, ha finalmente davanti a sé la possibilità di rimettersi in gioco, di sfidare sul tanto desiderato campo di casa, uno dei suoi avversari preferiti: o BABA’.
E non un babà qualunque, ma un maxi-babà al rhum, pronto a compromettere la performance atletica del nostro gladiatore partenopeo.
Una sfida difficile, una MISSION IMPOSSIBLE che KA ha avuto il coraggio di affrontare senza batter ciglio, ingerendo questa BOMBA a 12 minuti dall’inizio del nostro SHOW alla CASA DELLA MUSICA di NAPOLI.
Una prova che ha ridicolizzato il “volo” di Baumgartner e ridefinito nuovi confini per il genere umano.

Grazie KApitano!