Wrongonyou: “Ragazzi, chi vi dice ciccione è un poraccio”

di Irma Ciccarelli

News
Wrongonyou: “Ragazzi, chi vi dice ciccione è un poraccio”

“È uno dei talenti più in Italia”

Sono le parole con cui Dario Giovannini (Carosello Records) descrive Wrongonyou, Marco Zitelli all’anagrafe, durante la conferenza stampa di presentazione del suo album “Sono Io”, disponibile dal 12 marzo in streaming e nei digital stores.

Inoltre, gli amanti del vinile potranno acquistare il 45 giri su Amazon a partire dal 2 marzo, già disponibile in pre-order in un’esclusiva edizione limitata e autografata contenente “Lezioni di volo” (nella sua versione originale e in versione acustica) più il brano inedito “Bon Iver”.

Non solo, all’interno sarà contenuto un kit per costruire un aeroplanino di carta, che sarà il simbolo dell’avventura sanremese di Wrongonyou.

wrongonyou lezioni di volo

“Sono Io” arriva dopo un anno e mezzo da “Milano Parla Piano”, primo progetto discografico in italiano dell’artista, ed è il risultato di una lunga ricerca musicale fatta per garantire “un’unicità in italiano”, per usare, ancora una volta, le parole di Dario Giovannini. Il disco è stato prodotto interamente da Riccardo Scirè e coscritto con Andrea Bonomo, Alessandro Raina, Davide Simonetta e Adel Al Kassem.

Ma non è solo una risposta all’esplorazione delle sonorità, ma anche un atto di coraggio, maturità, per la persona stessa oltre che per l’artista dal momento che contiene brani che prima non aveva avuto la forza di rendere pubblici.

“Non ero pronto a farle uscire” ammette Wrongonyou riferendosi ai brani “Nel buio” e “Nonno Bruno”.

“Sono Io” è un manifesto di accettazione di sé stessi, di amor proprio, dopo anni in cui è stato difficile confrontarsi con il proprio io, ma anche un’altra grande soddisfazione verso chi lo derideva e bullizzava.

“Sono alto 1,92 e potrei far paura, ma sono sempre stato stra bullizzato. Ricordo che alle medie avevo un gran dolore dentro, era quello cicciottello, quello strano, diverso. E ora mi fa ridere il fatto che mi vengano a chiedere le foto. Di questo bisogna parlarne con i genitori, con uno psicologo e per vergogna non si fa, ci si imbarazza perchè è siamo stai presi in giro e non vogliamo mettere alla luce i nostri difetti. La cosa che consiglio ai ragazzi è parlarne e sfogarsi, prima di fare cavolate. Se uno vuole dimagrire deve farlo per se stesso, non per Instagram o lavoro. Io l’ho fatto per me, anche se su Youtube c’era chi mi diceva di essere un ciccione, ma una persona che si limita a scrivere questo è un poraccio. Scriveteme a me se vi prendono in giro che li vado a menà”

Ritratto senza filtri è anche la copertina, scattata da Ilaria Ieie (progetto grafico di Valerio Bulla), che mostra Marco con due delle cose che lo fanno stare meglio al mondo: la sua chitarra e il suo bassotto Gino.

Non sono mancate, ovviamente, parole su Sanremo 2021 e il commento al fatto che facesse parte delle nuove proposte, considerato da molti critici musicali una “ingiustizia”, con il brano “Lezioni di volo”.

“Sanremo è un punto di partenza, è uno dei punti dove si è fermato il mio aeroplanino… Va bene così- riferendosi al fatto di gareggiare nelle nuove proposte, ndrPer me l’importante è far una gran bella figura e dare il massimo sia a livello tecnico che interpretativo”

Per serata cover, il cantautore ha scelto un classico sanremese come “Luce (Tramonti a Nord Est)” di Elisa, cantata nella tonalità originale (sfida non indifferente per una voce maschile), che uscirà nella settimana antecedente al Festival.

Ecco la tracklist: Sono Io, Lezioni Di Volo, Vertigini, Nada, Bon Iver, Prima Che Mi Perda Ancora, Torniamo Da Noi, Nonno Bruno, Amorproprio

wrongonyou sono io album