Zelig, Premio Palladino: Le Semifinali

di Giovanna Donini

Recensioni
Zelig, Premio Palladino: Le Semifinali

A cinque anni dalla scomparsa di Gianni Palladino, Zelig ha trovato il modo per ricordare a tutti il suo nome ed il suo modo di essere: un concorso rivolto ai gruppi comici. “Gianni era un attore vero, completo. Si esprimeva bene in qualsiasi ruolo, ma sicuramente il meglio lo dava nel suo essere comico.” scrive Giancarlo Bozzo Direttore Artistico dello Zelig che ha organizzato e, fortemente voluto, il Premio Palladino. Gli inizi di Gianni, come quelli di tanti altri attori che sono diventati così importanti per il teatro, il cinema e la televisione italiana, sono stati segnati da una opera teatrale che si chiamava Comedians. E coloro che hanno partecipato a quella avventura sono oggi coloro che fanno parte e promuovono con Zelig questo premio intitolato a Gianni. Il 19 giugno, a Zelig, in viale monza 140, c’è stata la prima semifinale, in viale Monza 140, si sono esibiti, davanti alla Giuria tecnica composta da Giancarlo Bozzo, Gino e Michele, Claudio Bisio, Renato Sarti, Bebo Storti i primi sette gruppi selezionati. Per accedere alla finale che si terrà il 7 giugno al teatro Elfo Puccini di Milano i gruppi in gara dovevano piacere sia al pubblico (che vota!!!) e alla Giuria tecnica. È stata una piacevolissima serata, all’insegna del puro divertimento: la sala era stracolma, c’erano più di 40 comici nei camerini, l’atmosfera allegra e senza ansie da prestazione da parte degli artisti che avevano solo tantissima voglia di farsi conoscere e mettersi alla prova. Quindi, alla fine, sono arrivati in finale: i Metallurgica Viganò, i Tragique Sentimental Song, i Piramo e Tisbe e sono stati ripescati dalla Giuria, i bravissimi Biondi. Lunedì 26 maggio ci sarà l’altra semifinale, sempre allo Zelig di Viale Monza 140, a questo punto, da non perdere.