Ad Angelina Mango non è piaciuto l’Eurovision. Le motivazioni condivise con altri colleghi

Angelina Mango non ha speso belle parole sull’Eurovision: l’evento non è piaciuto alla cantante e nemmeno a molti dei suoi colleghi.

Una prima metà del 2024 da favola quella di Angelina Mango: la giovane cantante originaria della Basilicata ha trionfato nell’ultima edizione del Festival di Sanremo con il brano “La Noia” permettendole di volare direttamente a Malmö per la partecipazione dell’Eurovision Song Contest che si è tenuto presso la sede svedese lo scorso weekend. L’evento, stando alle notizie delle ultime ore, non sarebbe piaciuto alla cantante italiana per via di alcune motivazioni condivise anche da altri colleghi che erano presenti durante la manifestazione.

Angelina Mango
Angelina Mango non ha apprezzato il clima all’Eurovision (Smemoranda.it) | Foto ANSA

A vincere la nuova edizione dell’Eurovision Song Contest è stato il rapper svizzero Nemo con il brano “The Code” con Angelina Mango che si è classificata al settimo posto: a suscitare i fastidi della cantante però non sono state le votazioni o la sua posizione finale in graduatoria, ma più che altro sarebbe stato il clima che si respirava dietro le quinte del palco di Malmö, un’atmosfera non proprio idilliaca che è stata percepita anche dagli altri artisti in gara.

Tutto quello che è accaduto nell’ultimo ESC: un clima surreale

Non sono state poche le polemiche che si sono generate durante l’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest, soprattutto dal punto di vista politico vista la partecipazione alla gara di Israele che non è piaciuta a molti altri artisti in gara dato ciò che sta accadendo nei pressi della Striscia di Gaza. Questa però non è l’unica motivazione che ha portato Angelina Mango a scagliarsi contro l’organizzazione dell’evento dato che nel corso delle serate del contest sono successe tante altre cose dietro le quinte che conosciamo soltanto adesso.

Il primo evento che ha scaldato gli animi all’Eurovision Song Contest e ha lasciato a bocca aperta gli spettatori dell’evento è stato sicuramente la squalifica del rappresentate olandese Joost Klein per qualcosa accaduto dietro le quinte: per giorni non si sono comprese le motivazioni dietro questa scelta da parte dell’organizzazione, ma nelle ultime ore si sta parlando di presunti insulti sessisti che l’artista avrebbe rivolto a una donna della troupe che lo stava riprendendo a fine esibizione.

Angelina Mango
Angelina Mango e altri artisti “denunciano” l’Eurovision (Smemoranda.it) | Foto ANSA

Si è venuto a creare un clima davvero di tensione nel backstage dell’Eurovision che è stato denunciato non solo da Angelina Mango, ma anche dalla cantante irlandese Bambie Thug, le quali si sarebbero lamentate dell’atmosfera negativa che si poteva respirare durante l’evento a causa dell’organizzazione che ha cercato in tutti i modi di oscurare messaggi politici come le scritte sulla maglia degli artisti dell’Ucraina o ciò che è successo con l’artista del Portogallo la quale è stata fatta esibire in ritardo per essersi dipinta sulle unghie la kefiah, simbolo della resistenza palestinese.

Impostazioni privacy