Batosta per i pensionati: già da questo mese compare questa nuova tassa

Sul cedolino appare una nuova tassa, i pensionati sono preoccupati. Cosa sta succedendo e chi vedrà tagliato l’assegno pensionistico.

Già sentir parlare di tasse mette l’ansia, scoprire che ne arriva (anzi è già arrivata) una nuova crea ancora di più il panico. È ciò che sta capitando ai pensionati, traumatizzati da un’ultima notizia spaventosa.

Controllate il cedolino della pensione, c'è una nuova tassa
Nuova tassa per i pensionati: tutti i dettagli da conoscere (Smemoranda.it)

Pagare le bollette, il mutuo o l’affitto, la spesa alimentare, il carburante e le tasse richiede un grosso esborso di denaro. Lo stipendio va via in un attimo tra tutti gli obblighi da ottemperare per rimanere in regola con il Fisco. Gli importi delle retribuzioni sono spesso insufficienti per coprire il caro vita e le spese che non si possono rimandare, figuriamoci quelli delle pensioni. Milioni di italiani vivono con il trattamento minimo o comunque con cifre che se fortunati arrivano a mille euro.

Di certo non fa piacere dover lavorare per pagare così tante tasse e bollette, tante persone non riescono a far altro. Una situazione che crea un certo malcontento, nonché frustrazione E ora spunta un’altra tassa.

Nuova tassazione sulle pensioni, si riduce ulteriormente l’importo

L’importo che si legge sul cedolino della pensione è tassato prima di essere erogato ma in fase di dichiarazione dei redditi tutto può cambiare. La tassazione dipende dal reddito, ci sono scaglioni che ne definiscono la percentuale.

Batosta per i pensionati
Chi dovrà pagare tasse in più nel cedolino (smemoranda.it)

Purtroppo questa pressione fiscale presente in Italia è molto stringente tanto da far decidere a tanti pensionati di lasciare la penisola per trasferirsi in Paesi in cui le tasse sono più clementi. Esempi di questo tipo sono davvero numerosi e sembrano salire di numero con i passare degli anni.

Già sembra di pagare numerose tasse nel corso dell’anno ma può capitare che in realtà se ne siano pagate meno del dovuto. Ed ecco la brutta sorpresa in dichiarazione dei redditi. Un debito nei confronti del Fisco da saldare con trattenute nel cedolino fino a che non si salderà tutto l’importo.

Un brutto colpo per chi sperava di recuperare un po’ di soldi dal 730 del 2024. Certo le tasse servono per finanziare le strutture pubbliche, dalla sanità alla scuola. Ma senza dubbio questa nuova batosta non farà piacere ai contribuenti, che dovranno caricarsi di nuove spese. Staremo a vedere se la situazione evolverà e ci saranno altre decisioni a riguardo o tutto resterà come è in questo momento.

Impostazioni privacy