Bonus chirurgia estetica, richiederlo è semplicissimo: scopri se ci rientri

Arriva il bonus chirurgia estetica, e fare richiesta è facile. Tuttavia, bisogna scoprire se si rientra nei requisiti.

La chirurgia estetica è sempre più richiesta, perché consente di migliorare le imperfezioni, o magari quegli inestetismi, malformazioni che sono anche causa di problemi di salute.

bonus chirurgia estetica, in cosa consiste
Bonus chirurgia estetica, come accedervi-smemoranda.it

Grazie all’avvento di questo tipo di operazioni, moltissime persone ne hanno tratto giovamento, e le tecniche si perfezionano di anno in anno, avvalendosi di strumentazioni sempre più all’avanguardia. Esistono, infatti, dei difetti che possono compromettere la salute di una persona, e per questo è fondamentale agire il prima possibile per arginarli.

Come sappiamo, oggigiorno questo genere di interventi si fanno anche quando ci sono dei difetti fisici che creano un forte disagio, oppure semplicemente per migliorarsi, per apparire esteticamente più gradevoli. Lo Stato ha messo a disposizione, anche per questo 2024, un bonus riservato agli interventi di chirurgia estetica, ma prima di fare domanda è importante verificare di avere tutti i requisiti per accedervi.

Scopriamo a chi si rivolge, nel dettaglio, l’incentivo e chi ne può usufruire e in che misura.

Bonus chirurgia estetica: requisiti, a chi si rivolge e come fare per potervi accedere

C’è dunque un bonus destinato a coloro che necessitano sottoporsi a interventi di chirurgia estetica, ma come accedervi?

bonus chirurgia estetica, come funziona
Bonus chirurgia estetica, come ottenerlo-smemoranda.it

Il bonus fa parte del Decreto Anticipi, e il fine è quello di sostenere coloro che hanno bisogno di interventi estetici per ragioni legate alla salute. È anche possibile ottenerlo, nel caso in cui ci si debba sottoporre a interventi chirurgici il cui scopo sia quello di diagnosticare malattie, o risolvere tutta una serie di problematiche di genere psico fisico.

Tale incentivo consiste in una detrazione Irpef pari al 19%, e una franchigia di 129,11 euro. In sostanza, queste operazioni, come accade per altre spese che rientrano in ambito medico, potranno essere riportate all’interno del modello 730.

Tuttavia, per riuscire a ricevere l’incentivo, è fondamentale richiedere e poi farsi rilasciare un certificato medico che attesti che l’operazione è a solo scopo terapeutico. Tale incentivo non ha alcun genere di scadenza, ma è per sempre, in quanto si tratta di un provvedimento di tipo strutturale.

È bene ricordare che da tale bonus sono esclusi gli interventi di chirurgia cosmetica, quindi non legate a un problema di salute. È invece possibile ottenerlo per interventi chirurgici di tipo estetico che correggano inestetismi dalla nascita, oppure causati da traumi o che causino malattie.

Impostazioni privacy