Carta di credito clonata: come accorgertene e cosa fare immediatamente

I criminali trovano metodi sempre più sofisticati per clonare le nostre carte di credito. Ecco come comportarsi in questo sciagurato caso.

Viviamo un’epoca in cui i criminali informatici sono sempre in agguato. Ovviamente il loro obiettivo è quello di rubarci informazioni e denaro. Non sorprende, dunque, che tra i principali scopi vi sia quello di clonare la nostra carta di credito, per poter disporre totalmente delle nostre finanze. Ma cosa dobbiamo fare qualora dovessimo, sciaguratamente, incappare in questo problema? Qualche consiglio.

Carta di credito clonata: come comportarsi
Come accorgersi che ci hanno clonato la carta di credito? – smemoranda.it

Va detto che un po’ tutti gli istituti di credito, negli anni, hanno aumentato sensibilmente il grado di sicurezza e di prevenzione, ma i truffatori continuano a trovare modi per ottenere dati sensibili e utilizzarli per scopi fraudolenti. Sono tanti i metodi con cui si può clonare una carta di credito.

Ci sono alcune misure preventive che consigliamo di mettere in atto. La prima è, sicuramente, quella di non condividere alcuna informazione privata relativa ai nostri conti. Sicuramente, poi, un monitoraggio costante delle nostre finanze ci farà avere un quadro complessivo della situazione.

Carta di credito clonata: come comportarsi

Ovviamente, peraltro, non dobbiamo ignorare i primi segnali che possono indicarci che la nostra carta è stata clonata. Per esempio transazioni sospette, che non ricordiamo di aver fatto. Ma anche notifiche di prelievo, oppure il rifiuto della carta per mancanza di fondi o per il raggiungimento della soglia mensile e/o giornaliera. Ma, allora, una volta appurata la truffa, come dobbiamo muoverci per limitare i danni e mettere al sicuro i nostri soldi? Ci sono alcune azioni da fare con una certa velocità.

Carta di credito clonata: come accorgertene e cosa fare immediatamente
I criminali in agguato sulle nostre carte di credito -smemoranda.it

Se si sospetta di essere vittime di clonazione della carta di credito, è importante agire rapidamente per limitare i danni. In primis, il consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di contattare la banca o l’emittente della carta di credito. Ormai ciascuna di queste realtà ha dei numeri di emergenza dedicati. In questo modo si potrà innanzitutto bloccare la carta e arginare l’emorragia di soldi. Subito dopo, ovviamente, doveroso sporgere la denuncia alle forze dell’ordine, per provare a trovare i responsabili.

Per ottenere il rimborso, infatti, bisognerà inoltrare alla nostra banca la copia della denuncia presentata. Successivamente a questa drammatica evenienza, la banca emetterà una nuova carta con un numero diverso per sostituire quella clonata. Per il rimborso del maltolto, invece, possono passare anche 60 giorni.

Impostazioni privacy