Rivoluzione pensioni, il Governo Meloni sta cambiando tutto: aumenti solo per questi italiani

È rivoluzione per le pensioni. Il governo Meloni ha deciso di cambiare tutto e aumentare gli assegni solo di alcuni italiani: ecco quali sono tutte le novità.

Negli ultimi mesi si è parlato tanto degli assegni pensionistici, con diversi annunci di aumenti in arrivo. Tuttavia, malgrado le numerose dichiarazioni, il cedolino è sempre rimesto lo stesso. Gli ultimi incrementi, infatti, si sono verificati nei mesi di gennaio e marzo, in seguito non si sono verificate altre variazioni tali da da portare ad aumenti dell’importo.

Aumenti pensioni governo cambia tutto
Il governo cambia tutto sulle pensioni – smemoranda.it

Nonostante questa situazione evidente, i media nazionali hanno continuato a parlare di aumenti delle pensioni, ma puntualmente i tanti pensionati che dovevano ritirare la stessa sono rimasti delusi dopo essersi resi conto che non era cambiato nulla dal mese precedente. La notizia positiva per molti ex lavoratori è che ci sarà un aumento di pensione nel mese di luglio per alcuni pensionati. Solo per una categoria gli importi saranno maggiorati.

Aumenti pensioni a luglio 2024: ecco per chi

Dunque, dopo mesi di proclami, finalmente alcuni pensionati potranno godersi l’aumento della pensione nel mese di luglio. Il pagamento della somma aggiuntiva, infatti, spetta solo a una categoria specifica che ha diritto all’incremento. Stiamo parlando della cosiddetta quattordicesima che spetta ai pensionati che hanno compiuto 64 anni e hanno un reddito al di sotto a due volte l’importo del trattamento minimo.

In pratica, è un aumento che nel caso più roseo potrebbe arrivare a 655 euro netti. In pratica è una somma che viene corrisposta dall’Inps a luglio o a dicembre di ogni mese: nel primo caso spetta a coloro che hanno già maturato i requisiti necessari per riceverla, mentre si rimanda a fine anno nel caso in cui i pensionati non abbiano maturato i requisiti essenziali.

Aumenti pensioni luglio 2024
Previsti gli aumenti delle pensioni a luglio 2024 – smemoranda.it

Come anticipato, quindi, la condizione necessaria per avere il diritto all’aumento dell’assegno pensionistico è quella di aver compiuto 64 anni. Non spetta, però, sui trattamenti assistenziali come l’Assegno sociale o la pensione di invalidità civile come si vede con la tredicesima. Per quanto concerne l’importo, questo non è soggetto a rivalutazione ed è lo stesso dal 2017, ovvero dopo che c’è stato l’aggiornamento nel 2015.

I fattori che determinano il calcolo sono il reddito del pensionato, dove gli importi sono sicuramente più alti per coloro che non superano di 1,5 volte la somma dell’assegno minimo; gli anni di contributi e la gestione di appartenenza, dove le regole sono più agevoli per gli ex dipendenti.

Impostazioni privacy