Serie A, città in rivolta: presidente costretto a vendere il club

La Serie A si è conclusa da poco e i risultati sportivi e le idee sul futuro hanno fatto impazzire la tifoseria: il presidente vende il club.

Il campionato italiano è sempre uno dei più complessi per tutti i club che hanno grandi ambizioni e voglia di crescere nel corso degli anni. Vincere e confermarsi nel corso degli anni è estremamente difficile ma in alcune piazze diventa complicato anche poter e saper gestire la pressione che arriva dopo una sola stagione negativa.

Lazio, tifosi contro Lotito
Serie A, protesta contro il presidente: vende il club (LaPresse) – smemoranda.it

Nelle ultime ore sono arrivate avvisaglie pesanti circa il futuro della società e le mosse presidenziali che hanno scombussolato l’ambiente e creato un vero e proprio terremoto interno.

Serie A, tifoseria in rivolta: cosa sta succedendo

Il caos che sta nascendo in questi giorni per alcuni club di Serie A e anche nel resto delle categorie del calcio italiano, rischia di portare con sé strascichi importanti e deleteri. La situazione non è delle migliori per molti club che non hanno saputo garantire quello che avevano promesso ai tifosi all’inizio della stagione.

I tifosi non sono assolutamente contenti della stagione 2023/24 e del piazzamento finale, ma soprattutto della progettazione del futuro. Sono preoccupati per un ridimensionamento importante che porterebbe a grossi problemi.

Secondo le ultime notizie, sta nascendo una polemica pesantissima che può portare addirittura alla cessione del club storico di Serie A.

Annunciata la protesta in piazza: comunicato contro il presidente

In casa Lazio la situazione ambientale sta diventando estremamente complicata. La qualificazione in Europa League non ha tranquillizzato i tifosi che, invece, ora sono pesantemente contrari alla gestione di Claudio Lotito. In pochi mesi due allenatori – Sarri e Tudor – si sono dimessi e ora c’è bisogno di iniziare un nuovo progetto.

“Siamo arrivati al culmine di questo teatrino! I tifosi della Lazio, per amore e solo per amore di essa, non accettano un ridimensionamento di nessun genere! In un calcio dove tutte le società si responsabilizzano e puntano ad una crescita a 360 gradi, la nostra Lazio si trova ostaggio di una gestione volta unicamente ad esaudire gli interessi personali di Claudio Lotito. Non accettiamo questa gestione mediocre e, come difensori della Nostra Lazio, abbiamo il dovere di prendere posizione, noi, come tutti i tifosi stanchi di questa dittatura, abbiamo il dovere di presenziare e dimostrare pacificamente tutto il nostro dissenso. Tutti avrete finalmente modo di dare concretezza alle migliaia e migliaia di critiche che hanno riempito i social in questo periodo, tutti avrete modo di dimostrare il dissenso con la vostra presenza verso questa gestione provinciale che nessuno di noi si merita,che questa città non si merita.

Tenetevi pronti per dare vita alla più grande manifestazione di dissenso mai avvenuta nell’ambiente sportivo Romano. Non prendete impegni per il prossimo week end… I LAZIALI”.

Con questo comunicato ufficiale, i tifosi della Lazio hanno annunciato la protesta e la richiesta a Lotito di cedere il club il prima possibile.

Protesta ultras Lazio contro Lotito
Protesta ultras Lazio: furia contro Lotito – smemoranda.it

Cessione Lazio: la volontà di Lotito

Claudio Lotito cederà la Lazio? La situazione dei biancocelesti sembra essere un netto ridimensionamento rispetto alle ultime stagioni ma ci sarà da aspettare qualche settimana per capire fino a che punto si spingerà il nuovo progetto.

Claudio Lotito visto male nell'ambiente Lazio
Claudio Lotito vende la Lazio? (LaPresse) – smemoranda.it

La volontà di Lotito, però, pare chiara: vuole tenersi la Lazio, a meno che non arriveranno offerte faraoniche da proprietari stranieri dall’America o dal Medio Oriente.

Impostazioni privacy