Sogni un Safari? Dal periodo migliore al costo: cosa sapere per non sbagliare

Se il tuo sogno per le vacanze è prendere parte a un Safari devi informarti bene sul periodo più adatto e sui costi che puoi aspettarti.

Anni di documentari e resoconti sui social da parte dei vip che ne hanno fatto uno hanno portato sempre più persone a fantasticare sull’idea di fare un Safari. Da un lato un viaggio, dall’altro un’esperienza di vita dato che permette di visitare ambienti che altrimenti non potremmo mai incontrare nella vita di tutti i giorni. Senza dubbio però serve partire ben preparati.

Periodo e costi di un Safari
Se sogni di fare un Safari devi sapere costi e periodo ideale. – (smemoranda.it)

Prima di tutto questa esperienza prevede di recarsi in una località attrezzata con guide esperte, che possano dare indicazioni ai turisti per godersi il viaggio in sicurezza. Tra le mete più gettonate ci sono il Kenya, la Tanzania, il Sudafrica e la Namibia, ma per fare una scelta molto dipende dal periodo dell’anno in cui si parte.

Ciò che è fondamentale prima di partire è verificare se la destinazione prevede di fare dei richiami o delle vaccinazioni in più. Si raccomandano in particolare l’epatite A, il tetano, la rabbia, il colera e la poliomielite, in particolare in caso si decida di andare in Kenya. Senza infatti non è possibile accedere poiché da due anni sono ricomparsi dei casi.

Il periodo migliore per fare un Safari

Se di decide di partire d’estate il consiglio è di andare verso la zona sud, dove gli animali migrano nei periodi caldi. In Namibia per esempio si possono osservare animali come zebre o giraffe che si abbeverano vicino alle pozze d’acqua. Alcune guide accompagnano i turisti di notte, quando è meno caldo. E non bisogna dimenticarsi dello spettacolo offerto dal deserto salino.

Periodo migliore per un Safari
In inverno e in estate bisogna cambiare la meta del Safari. – (smemoranda.it)

In caso invece si prendano le ferie nel periodo invernale una meta che ha molto da offrire è la Tanzania, dove ha sede il Parco nazionale del Serengeti. Si tratta di una delle aree naturali protette più importante dell’Africa, dove è possibile ammirare nel loro habitat gazzelle, elefanti e ghepardi. Senza dimenticarsi di leoni, ippopotami e bufali.

Per i più avventurosi c’è il Botswana, dove la natura è incontaminata e c’è la popolazione più grande di elefanti del continente, tanto che è facile riuscire ad avvistarli. Ma per la scelta finale bisogna guardare il conto. A livello di prezzi il periodo estivo presenta costi più elevati dato che l’afflusso è maggiore, e i prezzi variano fra un minimo di 1.500 a un massimo di 4.000 euro.

I Safari più economici, non serve dirlo, sono quelli più spartani. Certo considerato che ci si sta per addentrare nella natura non vale la pena rinunciare a qualche garanzia in più, specialmente se non si è esperti.

Impostazioni privacy