Viaggio alla vecchia maniera: le guide migliori da portare sempre con sé

Quali sono le migliori guide cartacee per organizzare un viaggio in serenità, senza necessariamente ricorrere all’aiuto di internet? Ecco alcuni consigli.

“Si viaggiare, evitando le buche più dure”. Così cantava Lucio Battisti, un motivetto che riecheggia nella mente di chiunque abbia la passione per i viaggi: sono tanti, sempre di più, quelli che non vedono l’ora di perdersi nella bellezza di una località, visitando posti meravigliosi, magari scoprendo tutta una serie di dettagli che non ci si aspetta nemmeno di trovare.

Quali sono le migliori guide? smemoranda.it
Quali sono le migliori guide? smemoranda.it

Certo, viaggiare in questo periodo storico, è molto diverso rispetto a come si faceva qualche decennio fa. Adesso, con l’avvento prepotente di internet nelle vite di ognuno di noi, è quasi impossibile riuscire a “scoprire” qualcosa da soli, perdendo un po’ di quel senso d’avventura che il viaggiare restituisce. Per questo motivo, sono in tanti a optare per delle guide da viaggio cartacee, in grado di ridare un po’ di quella magia che si respirava un tempo.

Le migliori guide

Il nostro viaggio tra le migliori guide cartacee da viaggio, incomincia da un grande classico per tutti i viaggiatori, che hanno ormai imparato ad amare questo marchio: si parla della Traveler National Geographic, una guida visivamente accattivante, che pare quasi ricordare un libricino di scuola, in grado di spiegare dettagliatamente la storia di ogni monumento o edificio si incontri, con foto che rendono il tutto ancora più immersivo.

Per ogni esigenza smemoranda.it
Per ogni esigenza smemoranda.it

Se le Traveler National Geographic possono essere definite delle guide più votate all’avventura e adatte un po’ a tutti, volendo scendere in opzioni più specifiche non si può non parlare delle Lonely Planet, in cui vengono descritte, con molti più particolari, le usanze e le tradizioni del luogo, con grande focus sulle esperienze culinarie da provare assolutamente, immergendosi nella cultura del posto in maniera prepotente.

Se delle Lonely Planet amate l’affidabilità ma cercate qualcosa di più compatto, magari tascabile, adatto soprattutto a viaggi più brevi come per esempio un fine settimana fuori, la risposta perfetta per voi sono le guide Lonely Planet Incontri. Si tratta, come detto, di versioni “bignami” delle Lonely Planet, che in poche righe riusciranno a raccontare la vita e la cultura del luogo.

Per chi non vuole fare i soliti percorsi da turista ma cerca qualcosa di diverso, magari più vicino alla “vita vera” degli abitanti del luogo, le guide perfette sono le Chat@Win, che da una parte vi esporranno una serie di itinerari in cui spesso, non compaiono i luoghi più famosi, mentre una seconda parte elenca monumenti e principali attrazioni, dando anche indicazioni su ristoranti e strutture ricettive in cui alloggiare.

Impostazioni privacy