I Pinguini Tattici Nucleari a fumetti

di L'Alligatore

I Pinguini Tattici Nucleari a fumetti

Pinguini Tattici Nucleari a Fumetti è un libro che farà felice i molti fan della band bergamasca.
Scritto da Lorenzo La Neve, è stato disegnato da una decina di giovani fumettisti, che si sono divertiti a mettere i Pinguini dentro le loro canzoni. Una trovata di sceneggiatura davvero surreale, con i musicisti trasformati in pinguini veri, personaggi quasi disneyani dai piedi palmati, che interagiscono con il mondo e le loro canzoni: Antartide, Verdura, Sciare, Fuori dall’Hype, Le gentil, Ninna nanna per genitori disattenti, Tetris, 79, Scatole, Sashimi.

Lorenzo La Neve è noto per la serie di gran successo “Stephanie & Louis”, realizzata in coppia con Matilde Simoni e di molte altre storie. La stessa Matilde Simoni è autrice della copertina di “Pinguini Tattici Nucleari a Fumetti” e della progettazione dei personaggi, sui quali hanno poi lavorato in piena autonomia i giovani fumettisti coinvolti (Quasirosso, Ernesto Anderle, Francesco Guarnaccia, Giangioff, Fumettibrutti, Elisa 2B, Roberto D’Agnano, Federico Gaddi, Leonardo Mazzoli).

Di tutto ho parlato con Lorenzo La Neve.

“Pinguini tatti nucleari a fumetti”: come è nata questa idea?
Conosco i Pinguini da tempo e da sempre penso che il loro sia un immaginario perfetto per essere trasformato nel setting di una storia. Con il tempo siamo cresciuti nei rispettivi campi, quindi abbiamo messo in contatto i nostri capoccia e sono stati tutti entusiasti da subito!

Come sono stati scelti i disegnatori che hanno fatto il libro?
I disegnatori sono stati scelti seguendo un rigido criterio di vibrazioni con le canzoni. Ogni disegnatore selezionato è perfettamente in tema (con le “vibrazioni” che trasmette) con la canzone che ha illustrato. Molti sono del giro Bad Moon Rising Production, la mia etichetta (Matilde Simoni, mia partner lavorativa stabile, che ha fatto sia la copertina, sia il character design, sia 3 episodi; Gaddi, Roberto D’Agnano, Leonardo Mazzoli). Altri sono professionisti rodati e con i quali avevo già avuto il piacere di collaborare (Elisa 2B, Francesco Guarnaccia), mentre altri sono nomi notissimi dell’attuale panorama del fumetto (Fumettibrutti, Quasirosso, Ernesto Anderle).

Come hanno collaborato con loro? … oppure non hanno collaborato? Massima libertà interpretativa?
I disegnatori non hanno avuto contatti diretti con i Pinguini. Hanno eseguito una mia sceneggiatura che è stata scritta con la costante supervisione del gruppo. Ovviamente in fase di selezione degli artisti il ruolo pinguino è stato molto importante! Ogni sceneggiatura, però, è scritta rigorosamente sullo stile del disegnatore. Non avrebbero potuto essere eseguite da altri.

Pensi di dare a questo libro un seguito? … magari anche un cartone animato?
Mi piacerebbe molto dare un seguito a questo libro, c’è ancora tanto da dare. È ancora un po’ presto per pensarci però. Il cartone animato è un’idea che mi stuzzica da qualche tempo, ma in Italia è davvero difficile trovare chi è disposto a finanziarne uno come si deve. Cercherò!

Prossimi progetti?
Le prossime uscite sono il 6° numero del Bad Moon Rising Magazine a Gennaio, e il terzo libro di “Stephanie & Louis” in corso anno. Poi sto lavorando con Matilde ad una graphic novel che non so ancora quando e con chi uscirà, e ci sono altri 2 libri in fase embrionale.